Menu Content/Inhalt
Home arrow RICERCA LIBERA

Questo sito fa uso di cookie tecnici e di cookie analitici di terze parti necessari al funzionamento ma non di cookie di profilazione. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione se ne accetta l'utilizzo. Per maggiori informazioni sulle caratteristiche e sulle modalità di disattivazione dei cookie si veda l'informativa estesa.  

 

Accessi

expedia
 
expedia_h
 
51523
Incentivi trasformazione impianti da benzina a GPL autovetture, automezzi Stampa E-mail
gpl1
Incentivi installazione
impianto GPL su auto
Promozioni di Automobili
cartellone_pubblicita
thumb_contattir
thumb_collaborar

PROPOSTA PARTECIPAZIONE IMPRESE vai alle OFFICINE SPECIALIZZATE GUADAGNA CON HAPPY

cartellone_p_pubblicita_1
Prenotate uno spazio pubblicitario in questa pagina visibilità molto cercata e visitata per l'argomento tematico che contiene. Sarete subito visibili e contattati dai numerosi navigatori internauti che sul web stanno cercando quello che Voi offrite. Per saperne di più o per chiedere di partecipare cliccare su PROPOSTA PARTECIPAZIONE IMPRESE

OFFICINE DOVE OTTENERE GLI INCENTIVI PER LA TRASFORMAZIONE A GPL  (Gas di petrolio liquefatto) DELLE MACCHINE con IMPIANTO A GAS PER AUTO
OFFICINE: LAZIO LOMBARDIA PIEMONTE  ABRUZZO VENETO
LAZIO ROMA PROVINCIA ROMA FROSINONE LATINA RIETI VITERBO 
top    

ROMA
incentivi_gpl_01_midi
500 uro di SCONTO
PER LA TRASFORMAZIONE A GPL DI TUTTE LE AUTOVETTURE PRESSO LE OFFICINE ADERENTI
PER MAGGIORI INFORMAZIONI N° VERDE GRATUITO 800.500.501
romano_autogas IMPIANTO A GAS PER AUTO - Romano Autogas Sequenziale
Ardeatina
Fiumicino
Pineta Sacchetti
Salaria
Valdarnini Vittorio
Tel. 06.5136431
Automercato Tirreno
Tel. 06.65024151
Di Giulio Roberto
Tel. 06.3052327
Tanzi Paolo
Tel. 06.8887331
Officine aderenti
   top
serbatoio_toroidale
 thumb_serb_cilindrico
Serbatoio toroidale
Serbatoio cilindrico
E' sempre maggiore il numero degli automobilisti che abbandona l'alimentazione a benzina per passare al diesel, pensando in tal modo di risparmiare qualche euro grazie alla potenza e ai ridotti consumi che si è riusciti ad ottenere con questo tipo di motori.
Esiste un'alternativa al diesel! Il GPL.
Il GPL costa la metà della benzina. Il risparmio reale netto che si ottiene è almeno del 50% rispetto alla benzina e del 7-8% rispetto al gasolio (valore che è destinato ad aumentare se i prezzi del gasolio saliranno ancora come lo prevedono le analisi di mercato).
Incentivi 2009
Un ulteriore risparmio deriva dagli incentivi che sono arrivati a 500 euro per l'installazione di un impianto GPL e a 650 euro per l'installazione di un impianto a METANO e, in base al comune o alla regione di appartenenza, sono disponibili ulteriori incentivi.
Incentivi statali impianti GPL metano 2009
Aggiornamento dell'11 Aprile 2009

Chi ha diritto al contributo

Hanno diritto al contributo tutte le persone fisiche e le persone giuridiche che trasformano il proprio autoveicolo a GPL e METANO. Sono fatte salve tutte le trasformazioni collaudate dopo il 1 Gennaio 2009.

L'ammontare del contributo è rispettivamente (per le auto trasformate e collaudate prima del 7 febbraio 2009):

  • 350 € per la trasformazione del veicolo con impianti gpl.
  • 500 € per la trasformazione del veicolo con impianti metano.

Ecoincentivi per le auto trasformate e collaudate dopo 7 Febbraio 2009

  • 500 € per la trasformazione del veicolo con un impianto gpl.
  • 650 € per la trasformazione del veicolo con un impianto metano

ATTENZIONE: Nuovi aggiornamenti sugli ecoincentivi per le auto trasformate e collaudate dopo l'11 Aprile 2009

I  nuovi importi degli ecoincentivi sono stati pubblicati sul Supplemento Ordinario della Gazzetta Ufficiale 49/L serie generale n. 85 del giorno 11 Aprile e applicazione 12 Aprile 2009

  • 500 € per la trasformazione del veicolo euro0-1-2 con un impianto gpl.
  • 650 € per la trasformazione del veicolo euro0-1-2 con un impianto metano.
  • 350 € per la trasformazione del veicolo euro3-4-5 con un impianto gpl.
  • 500 € per la trasformazione del veicolo euro3-4-5 con un impianto metano.
top 
Incentivi Statali - precedente normativa di riferimento

INCENTIVI ANCHE PER LE AZIENDE E PER LE VETTURE IMMATRICOLATE DA MENO DI TRE ANNI!

E' stato pubblicato il ddl Marzano (legge n. 239 del 23 agosto 2004) sulla GU del 13 settembre 2004, nel quale i vantaggi degli eco-incentivi MAP (Ministero delle Attività Produttive) vengono estesi anche alle persone giuridiche (imprese, aziende, società…).
Gli importi di tali incentivi rimangono invariati (notifica su Gazzetta Ufficiale anno 144°, n° 168, 22 luglio 2003 - Decreto 2 luglio 2003, n°183).
Al momento sono quindi disponibili i seguenti incentivi:

  • INCENTIVI PER L'AQUISTO DI VETTURE NUOVE (EQUIPAGGIATE DI SERIE A GPL): 1500 EURO
  • INCENTIVI PER LA TRASFORMAZIONE A GPL DI VETTURE IMMATRICOLATE DA MENO DI TRE ANNI: 650 EURO
    (VEDI AGGIORNAMENTI INCENTIVI 2009)

A sapere:
In tutti i casi l'utente ottiene il contributo sotto forma di sconto direttamente dall'installatore.
L'utente deve prenotare al più presto la trasformazione a GPL della propria autovettura presso un'officina aderente all'iniziativa, prima che i fondi disponibili si esauriscano.
G
li incentivi disponibili per la rottamazione e quelli per l'acquisto di una vettura a GPL sono cumulabili (Quattroruote, 10/2002, p.200).

 top
INFORMAZIONI SULLA TRASFORMAZIONE DI ALIMENTAZIONE AUTO DA BENZINA A G.P.L. (Gas di petrolio liquefatto)
Tutti i veicoli alimentati a benzina (carburatore, iniezione, turbo, catalizzate) possono essere vantaggiosamente alimentati a GPL, con un rendimento indistinguibile da quello ottenuto a benzina.
I veicoli trasformati mantengono invariato il sistema di alimentazione a benzina, al quale si aggiunge l'alimentazione a GPL (doppia alimentazione). Il passaggio da un tipo di alimentazione all'altro è semplicissimo, e si effettua anche in marcia tramite un interruttore. Se un guasto all'impianto elettrico facesse saltare il fusibile che protegge l'impianto a GPL, sarà possibile proseguire il viaggio a benzina senza alcun problema.

I veicoli trasformati mantengono invariato il sistema di alimentazione a benzina, al quale si aggiunge l'alimentazione a GPL (doppia alimentazione). Il passaggio da un tipo di alimentazione all'altro è semplicissimo, e si effettua anche in marcia tramite un interruttore. Se un guasto all'impianto elettrico facesse saltare il fusibile che protegge l'impianto a GPL, sarà possibile proseguire il viaggio a benzina senza alcun problema.

L'ultima tecnologia nel campo degli impianti a GPL permette di utilizzare la Sonda Lambda anche per questo tipo di alimentazione. Questo dispositivo permette l'analisi dei gas di scarico e, grazie ad una centralina elettronica di elaborazione dei dati, una regolazione precisa e costante della miscela aria-carburante. Questa procedura consente di ottimizzare il rendimento della vettura, e al tempo stesso di minimizzare le emissioni inquinanti e di ridurre i consumi di carburante.

Con la tecnologia raggiunta negli impianti a GPL non sussistono più i problemi legati alle partenze da freddo che caratterizzavano i primi impianti. Nessun problema quindi per le partenze da freddo, anche con temperature invernali particolarmente rigide!

Scelta del serbatoio GPL per la propria autovettura:
Il serbatoio GPL è uno degli elementi più resistenti e sovradimensionati della vettura. E' costruito interamente in lamiera di 3-4mm, realizzata in acciaio di qualità trattato termicamente per evitare fissurazioni in caso di deformazioni in seguito ad un tamponamento.
 Tutti i serbatoi devono essere omologati per pressioni di 5-10 volte superiori (30 bar) a quella di esercizio (3-6 bar), conferendo allo stesso elevatissime doti di sicurezza

I serbatoi GPL possono essere di forma cilindrica o toroidale (a ciambella), con una capacità che può variare da 35 lt a oltre 110 lt.
I primi sono alloggiati nel vano bagaglio della vettura, con una perdita del 20-30% della capacità di carico. I secondi sono alloggiati in sostituzione della ruota di scorta, salvaguardando lo spazio del bagagliaio.
In quest'ultimo caso la ruota di scorta è alloggiata nel bagagliaio, e può essere sostituita dal più comodo "ruotino".
Chiedere al proprio installatore quale tipo di serbatoio è possibile installare sulla vostra autovettura 
 
 top
F.A.Q. - Frequently Answer Questions - Risposte a domande frequenti
1. Quali sono i vantaggi della trasformazione a GPL?
· Notevole risparmio sul costo del carburante (oltre il 40% rispetto alla benzina)
· Le minori emissioni inquinanti
· La maggiore longevità del motore
· Prestazioni sostanzialmente equivalenti all'alimentazioni a benzina

2. Qual è il costo di un impianto a GPL?
Il costo varia molto secondo il tipo di vettura, il tipo di impianto prescelto e il tipo di serbatoio. Orientativamente il costo totale può variare da 600 a 1200 €. Vi consigliamo comunque di informarsi direttamente presso le officine specializzate.

3. L'auto consuma di più con l'alimentazione a GPL?
Si osserva un aumento del consumo di carburante dal 3 al 15%, a seconda anche del tipo di impianto installato. L'aumento del consumo è dovuto al minor potenziale calorico proprio del GPL.

4. Gli impianti sono sicuri?
Assolutamente si. Tutti gli impianti devono essere omologati dal Ministero dei Trasporti. Tutti i componenti subiscono severissimi test di resistenza a pressioni 10 volte superiori a quella di esercizio.
I sistemi GPL hanno superato prove del fuoco e crash-test (tamponamenti) con ottimi risultati, migliori dei sistemi a benzina.

5. Il serbatoio GPL occupa molto spazio nel bagagliaio?
Dipende dal tipo di serbatoio utilizzato. I classici serbatoi cilindrici, posti nel bagagliaio, occupano circa il 20-30%di quest'ultimo.
Nel caso dei serbatoi toroidali (a ciambella), questi vengono installati al posto della ruota di scorta, la quale può venire sostituita dal più comodo ruotino.

6. E' possibile installare il serbatoio del gas sotto il pianale della vettura?
E' possibile nel rispetto di quanto prescritto dalla circolare 58 del 30 aprile 1996, la quale al punto 3.1.1.1. dispone che la distanza minima da terra del serbatoio non deve essere inferiore a 250 mm nelle condizioni di auto a vuoto. La distanza minima di protezione della lamiera da terra non deve essere inferiore a 200 mm nelle condizioni di auto a vuoto.

7. E' facile trovare punti di rifornimento?
Assolutamente Sì. In Italia le stazioni di servizio sono oltre 2000 e in Europa oltre 5000. Queste sono uniformemente distribuite anche sulle autostrade.

8. Posso installare il GPL su una vettura non catalizzata?
Si, anzi, l'installazione del GPL rende la vettura "ecologica", e come tale può beneficiare di certi vantaggi come la circolazione libera nelle aree urbane anche durante limitazioni del traffico.

9. Con un'auto avente un impianto installato in Italia, trovo assistenza all'estero in caso di guasto dell'impianto?
Si, gli impianti a GPL sono internazionali.

10. E' richiesto il pagamento di un superbollo per le auto a GPL?
No. Il bollo è lo stesso delle auto a benzina.

11. L'impianto a GPL è soggetto ad erosione?
No, tutti I componenti dei sistemi di trasformazione a GPL non sono soggetti a nessun tipo di erosione o deterioramento.
Per maggiore sicurezza, la legge prevede comunque che il serbatoio debba essere sostituito ogni 10 anni (fa fede la data stampigliata sulla targhetta del serbatoio o, in alternativa, la data di collaudo dell'impianto).

12. Ci sono incentivi per la trasformazione a GPL della mia auto?
Si, vedere la rubrica "incentivi".
13. E' possibile parcheggiare un'auto a GPL in un garage interrato?
Sì, tutti i veicoli conformi al Regolamento ECE/ONU 67/01 possono essere parcheggiati nel 1° piano interrato delle autorimesse.

14. Esistono vetture con impianto a GPL ex-fabbrica?
Si, la maggior parte delle case automobilistiche immette sul mercato europeo un certo numero di modelli con versione a GPL, garantita dalla casa.
Una parte di queste vetture è commercializzata anche in Italia. Riferirsi alla rubrica "Vetture di serie a GPL".

 top
 
< Prec.   Pros. >